Una tecnica bizzarra ed efficace per superare il blocco dello scrittore e stimolare la tua creatività

Se scrivere è la tua professione o nel tuo lavoro hai bisogno di comunicare quello che fai forse ti è capitato, almeno una volta nella vita, di vivere il cosiddetto “blocco dello scrittore”.

La scena potrebbe essere questa: domani hai una presentazione, sei davanti al pc da ore e non riesci a tradurre in parole quello che hai nella testa. Oppure al pensiero di scrivere qualcosa di nuovo provi una sensazione di vuoto e non sai proprio da dove cominciare.

Lo so, il fatto di non riuscire a mettere nero su bianco un’idea, oltre ad essere uno degli ostacoli più temuti da scrittori e copywriter, può risultare davvero frustrante. Proprio per questo ho deciso di condividere con te una delle tecniche che ho messo a punto per superare il blocco dello scrittore e stimolare la creatività. Ti va di scoprirla insieme? Cominciamo!

Entra nel flusso

Quando lavori come copywriter – e non solo – hai bisogno di fare amicizia con la tua mente e renderla collaborativa per permetterti di accedere alla tua creatività ogni volta che ne hai bisogno. Per essere più chiara ti faccio un esempio.

A me piace molto andare alle mostre e ascoltare musica dal vivo. Durante un vernissage o al termine degli spettacoli amo congratularmi con gli artisti e fare due chiacchiere con loro. Ti è mai capitato di parlare con un artista? Se provi a chiedere ad un musicista o ad una pittrice come fa a fare quello che fa con grazia e maestria, nella maggior parte delle volte ti risponderà di non saperlo.

Risposte tipiche sono: “Seguo quello che sento”, “Mi abbandono al mio istinto” o anche “È più forte di me, mi viene naturale”. Questo accade perché gli artisti sanno come entrare in contatto con la propria luce interiore e hanno trovato una forma attraverso cui esprimerla. L’arte è l’espressione esterna che nasce da questo contatto.

Se vuoi tornare a scrivere ti invito tagliare i rami secchi delle convenzioni formali e a fare qualcosa di diverso per entrare nel flusso della creazione.

Disegna il mantra: la tecnica per entrare in contatto con la tua intelligenza creativa

Come dice la parola stessa, che deriva dai termini sanscriti manas e trayati, il mantra è uno strumento per liberare il pensiero che, attraverso la ripetizione di parole seme, produce un senso di benessere e di armonia in chi lo recita. Perdona la mia sintesi ma il punto su cui concentrare il nostro focus ora è come questo potente strumento può esserti utile per stimolare la tua creatività. Al di là di ogni riferimento religioso, i mantra mi hanno offerto uno spunto interessante per sviluppare una tecnica bizzarra e molto efficace per sintonizzarmi con la mia mente creativa in modo semplice e divertente. Se ti va, falla tua! Ecco come funziona.

Gli step della tecnica che rimuove i blocchi alla tua creatività

  • Prima di andare a dormire prepara su di un tavolo un foglio bianco, un bicchiere d’ acqua, un tovagliolo di carta e degli acquerelli.
  • Al tuo risveglio inizia la tua giornata ascoltando e cantando il tuo mantra preferito. Su YouTube ce ne sono tantissimi; a me piacciono molto il Gayatri e il mantra della pace cantato da Tina Turner. Ti suggerisco di trovare quello che senti più nelle tue corde e, se proprio non ti piacciono i mantra, puoi scegliere un brano che ti faccia vibrare forte le cellule.
  • Spegni il cervello e fatti attraversare dalla musica completamente.
  • Mentre reciti il mantra o canti la tua canzone avvicinati al tavolo, scegli i colori in modo istintivo e imprimi sul foglio il momento che stai vivendo attraverso pennellate libere. Metti da parte ogni tipo di giudizio o aspettativa.

Liberarsi per ritrovarsi

L’obiettivo di questa tecnica non è creare un’opera d’arte ma permetterti di liberarti dai blocchi che ostacolano il fluire della tua energia creativa.
Dipingi fino a quando senti che è giusto farlo. Quando hai finito puoi scegliere di proseguire in due direzioni:

  • Ti fermi e “dimentichi” quello che hai fatto. Puoi prenderne le distanze semplicemente facendo altro. Con questo esercizio hai creato un movimento dentro di te che innesca delle nuove connessioni, stimolando intuizioni e idee che emergeranno quando meno te l’aspetti.
  • Cavalchi l’onda. In questo caso ti invito a osservare il disegno e, senza alcuno sforzo, a provare a riconoscere delle forme familiari in quelle pennellate sparse e apparentemente prive di logica. Cosa ti suggeriscono? Un incrocio di linee può racchiudere un mondo. Parti da qui e inizia a scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *